Ristorante

A MANGIA' FORA

 Via Di Sant'ippolito, 16 - 59100 Prato - San Ippolito (PO)

 0574.660500

12345 22 Voti -  27 Recensioni - Prezzo medio 26

 Le promozioni del ristorante

 Il Tuo voto per A Mangia' Fora

Dai il tuo voto al ristorante oppure, se vuoi, puoi scrivere una recensione completa, gli altri utenti lo apprezzeranno sicuramente.

54321

27 Recensioni per A Mangia' Fora

La brama di provare questo posto si è tradotta in autentica delusione! Io non mangio frattaglie e lì non c'è altro. Tra nove piatti (tre antipasti, tre primi e tre secondi) ho trovato solo paccheri all'amatriciana, tra l'altro giá comprensivi di formaggio...ma se uno fosse allergico? L'ambiente è ammobiliato orrendamente, i prezzi mi sono sembrati un po' altini...insomma bocciato.

Visitato a Febbraio 2014

Il ristorante si presenta bene, un ex casolare di campagna, facilissimo da trovare con il navigatore satellitare.
Buoni gli antipasti, non abbondanti, da sottolineare la presenza del titolare che è passato ad innaffiare i fagioli cannellini con l'olio nuovo (ottimo).
I secondi, però, non ci hanno entusiasmato, né il coniglio né il fegato, che si è riproposto per tutta la nottata; è anche vero che il ristorante è specializzato nella carne alla brace, quindi gli si dovrebbe dare un'altra chance.
Altra cosa stonata il menù vocale: i prezzi sono fissi ed esposti sulla tavoletta di legno, ma odio dover chiedere alla cameriera di ripetere a voce i piatti del giorno per scegliere.
Non sarebbe più semplice scrivere giorno giorno il menù e poi stamparlo? col pc bastano 2 minuti, non è una cosa impossibile.
Inoltre è bello avere la possibilità di portarsi da casa la bottiglia di vino preferita, però una seppur minima selezione di vini manca, ed il vino della casa è servito su anonimi bicchieri da acqua.
Basterebbe poco per migliorare.

Visitato a Novembre 2013

Siamo appena usciti, con la pancia piena e molto soddisfatti: 1 lingua, 1 ribollita, 1 girigoggoli alla finocchiona, 1 minestra di pane, 1 spezzatino, 1 torta di pane con crema al mascarpone, 1 gelato al malaga, 2 caffe. Tutto da 10 spendendo 30 euro a testa. Vivamente consigliatissssssimo. :-)

Ci siamo stati stasera con mia moglie e due amici con bimbo(che già conoscevano il posto)ambiente veramente bello,servizio buono ma sopratutto cibo eccellente.
Ho gustato la migliore bistecca che avessi mai provato fino ad ora.
Antipasti,quattro primi,bistecca per tre,altri due secondi,cinque dolci una minerale due di gasata,tre caffè...130euro!!!
Direi eccellente!!!
Ah! i vini si possono portare da casa,anche perchè la carta dei vini è assente,c'è solo il vino della casa,unica pecca).

Vera cucina toscana ;-)

Visitato a Luglio 2012

Ambiente molto semplice e un po fuorimano. Discreti i primi ottimo il fritto (!) conto.....beh...non saprei non ho pagato io :))

Visitato a Maggio 2012

Io non posso che adorare questo locale che mi ha permesso di fare una festa fantastica con un pranzo FA-VO-LO-SO!!!! Averne di " rinfreschi alla bona" (cene desinari e rinfreschi alla bona è la scritta che campeggia sulla facciata del locale) così... tutti i piatti da 10... (il fritto è rimasto impresso a tutti!!) tutto vario fresco abbondante e cucinato alla perfezione!! poi il posto è tranquillo e sembra di essere in piena campagna e non a 5 minuti dal caos cittadino.. inoltre ha un bel parcheggione privato e taaanti prati intorno(x la gioia dei bimbi!!)! e un grazie particolare ai proprietari che con la loro calma e professionalità son riusciti a infondere un pò di tranquillità a una sposina un pò stressata!! che dire GRAZIEEEE!!!!

Visitato a Maggio 2012

È stata una piavevolissima sorpresa trovare questo paradiso nel mezzo della campagna pratese, la cucina è sublime, la raffinatezza nella genuinità, sabato ci torno per festeggiare il mio compleanno, credo davvero di aver fatto un'ottima scelta.

Probabilmente adesso e' il miglior ristorante per mangiare la vera cucina pratese, l ho testato più volte, anche due volte alla settimana sia a pranzo che a cena e confermo che si tratta della miglior trattoria della zona . 15 euro per antipasto e primo , una 30ina con la spettacolare bistecca. Favoloso il lesso rifatto colle cipolle .

Veramente ottimo, soprattutto considerando il rapporto qualità/prezzo. La carne alla griglia era davvero speciale, inoltre l'idea di poter portare il vino da casa è veramente brillante e consente di bere ottime bottiglie a prezzo contenuto.

Visitato a Aprile 2012

Ce l'abbiamo fatta a prenotare dopo tante volte che ci siamo sentiti dire che era tutto pieno.. di mercoledì pero! la spesa è stata una sorpresa, 17.5 euro a testa per un quarto di vino, un antipasto un primo, due secondi e un dolce. INCREDIBILE.. Ma questo senza perdere assolutamente in qualità. Tutto ottimo e semplice a cominciare dalla ciabatta di pasta fritta con mortadella di prato e fegatini, pappardelle al ragù di cinta, lesso rifatto con cipolle e agnello in umido sublime. I commensali possono portare il vino da casa e e berselo a piacere oppure prenotare quello che vogliono mangiare specialmente se in grandi gruppi (ad esempio accanto a noi avevano ordinato il gran fritto, e se dico grande vuol dire grande)
Prenotare con anticipo ma ne vale la pena.consigliato anche per gruppi perché l'ambiente e molto grande, è un casolare ristrutturato in mezzo alla campagna pratese.

Visitato a Marzo 2012

Con degli amici che vi hanno pernottato abbiamo scoperto che oltre al ristorante al piano di sopra ci sono 4 camere ben arredate e confortevoli, ambiente molto pulito e prezzo decisamente conveniente.

Visitato a Marzo 2012

Appreziamo da tempo la cucina di Marco e Maurizio, per quella ricerca dei sapori genuini, della qualità delle materie prime e del recupero dei piatti "poveri", che sono evidentemente al primo posto della scala dei valori dei gestori.
Ci piace anche segnalare una nuova attività che va ad affiancarsi a quella "storica" della ristorazione: al piano superiore del casolare sono state arredate con stile semplice ma di ottimo gusto, alcune camere, ideali per brevi soggiorni di lavoro o per regalarsi qualche giorno di vacanza in un ambiente tranquillo, ma nelle immediate vicinanze di Prato e Firenze. Da provare!

Visitato a Febbraio 2012

per confermare PUCCIONI.... io sono entusiasta della cucina degli AMICI marco e maurizio. sottolineo amici almeno scanso ogni equivoco. E' UN PARERE DI PARTE ma MOLTO ONESTO E SINCERO. Sono stato a trovarli sabato 28 gennaio 2012 con la mia compagna ed abbiamo deliziato, classico antipasto misto, niente d'innovativo ma come tradizione del locale semplice fresco e unica scelta tra gli antipasti ( comunque 6 assaggi diversi) .... di primo spaghetto alla disgraziata dai palati forti ma veramente buono e una crema di pomodoro con una quantità di burro molto molto presente contornata da pezzetti di pane arrostito. per secondo Spuntatire di maiale con rape, praticamente le spezzettature della classica rosticciana cotti al tal punto di farli sbriciolare, e qui sta il buono, nelle rape di contorno e la mia compagna sia è concentrata su un abbondante piatto ( caratteristica del locale) di testina alla parmigiana , un intingolo in umido da leccarsi i baffi. per finire un gelato artigianale al cioccolato con fondo di liquore all'arancia e bucce candite. in conclusione, per una spesa in due persone di € 27 a testa un bel pranzo in un locale dall'ottima accoglienza. un ultimo commento per il menu'... asciutto ed essenziale 4 primi e 4 secondi solo piatti freschi di giornata che variano ogni giorno , questo per capire che chi propone menu chilometrici non può fare a meno di usare prodotti precotti.

Non troppo convinti dalle entusiastiche recensioni (a volte sembrano fatte con lo stampino e fanno pensare a giudizi non oggettivi) siamo stati di recente a cena in questo locale della campagna pratese. In sintesi: locale carino, parcheggio abbondante, personale cordiale e titolare alla mano, prodotti buoni sia a livello di preparazione che di materie prime, conto assolutamente in linea con le attese e non esoso. Posto dove si può tranquillamente andare e tornare. Davvero gradevole.

Sono tornato a trovare gli amici del mitico ristorante “A MANGIA’ FORA” oggi a pranzo con un amico e ho molto gradito un’ottima zuppa di funghi,
il mio amico ha preso gli spaghetti alla “Disgraziata” (fatti con pane sbriciolato, olive, pomodoro e un bel po’ di piccante), poi dolcettino con biscotto al cioccolato bagnato nel ruhm veramente una delizia, caffè per finire, e una bottiglia di acqua (il giorno a pranzo bisogna mantenersi più leggeri quindi solo primo e dolce!) spesa € 18 in due. Cosa importante ed interessante, sopra al ristorante in questo vecchio casolare ristrutturato per chi volessi trattenersi nella zona per motivi di lavoro o di ferie visto il periodo, Marco e Maurizio hanno creato della camere veramente accoglienti, confortevoli e dal sapore molto particolare uno si sente molto coccolato ho visto l’ambiente e devo dire che ne vale davvero la pena…uno si trova in un ambiente tranquillo e fuori dal caos circondato dalla campagna.

Visitato a Dicembre 2011

E' la terza volta che ci torno e devo dire che quest'ultima mi ha un po' deluso.

Antipasto buono ma i coccoli erano diaccini e duri. Primi buoni tutti e due ( zuppa di funghi e una pasta alla grigia ( insomma la carbonara senza uova)) buoni ma un piattino e non sono ripassati. La cosa che mi ha deluso piu' di tutti e' stato il secondo: pollo e coniglio fritto con verdure fritte. La cosa piu' buona erano le verdure. Il pollo e' il coniglio erano si cotti bene ma la pastella era durissima e indigeribile. Con questo non voglio dire che il posto non merita. Le altre volte ho mangiato benissimo e gli daro' un altra opportunita' prima di cancellarlo definitivamente dai miei ristoranti preferiti.

Visitato a Ottobre 2011

Siamo stati a cena con amici ed abbiamo cominciato con antipasto tipico toscano, maccheroni al ragù della Cecilia, tris di bollito di guancia (tre tipologie di carne) serviti con giardiniera,maionese saporita e acciugata. Abbiamo concluso con un assaggio di dolci: bombolone alla crema, cheese cake e torta di pane con crema di mascarpone. In tutti i piatti
si è notato la ricerca della tipicità toscana e della migliore qualità. Già dall'antipasto si è potuto gustare fra l'altro la mortadella di Prato e la capocchia, i maccheroni abbondantemente conditi con un ragù dal gusto della cucina di altri tempi. Nei secondi si avverte la competenza dei cuochi nell'utilizzo di tagli di carne oramai difficilmente cucinati nelle famiglie e trovati nelle trattorie. Ci ha particolarmente colpiti l'atmosfera familiare , l'illustrazione e la storia dei piatti cucinati che viene fatta al tavolo durante la cena dai titolari. Ottimo anche il rapporto qualità/prezzo.

Visitato a Ottobre 2011

Nella frazione di S.Ippolito a Galciana, oltrepassata la vecchia Pieve,circondato dal verde c' è un bel casale ben ristrutturato e curato nei particolari internamente e con ampio parcheggio. A metà Settembre con amici abbiamo prenotato per una cena. Siamo rimasti VERAMENTE soddisfatti, sia per la bontà e l'abbondanza nel portare le pietanze specialmente i maccheroni al sugo della Cecilia e per la puntualità nel servizio, dato che il locale era pieno. Ma sopratutto un "bravo" ai proprietari Marco e Maurizio, che sono di una simpatia e semplicità unica. Abbiamo passato una bella serata attratti da un atmosfera simpatica e da un ottimo servizio, da una generosità nelle portate e onestà nei prezzi. E che dire di più! Mi raccomando andate "A MANGIà FORA" per una serata diversa dalle altre.

Visitato a Settembre 2011

che dire, è già stato detto molto, e devon dire a ragione, posso solo aggiungere, che chiamare la bistecca solo fiorentina è un po riduttivo, perchè si possono trovare perlomeno quando ci sono stato io altre razze di carne meno conosciute dalle nostre parti ma assolutamente non inferiori alla chianina, anzi io consiglio di provare anche la manzetta prussiana, la scottona spagnola, la angus scozzese, oppure la fassona piemontese, hanno tutte un gusto totalmente diverso l'una dall'altra, consiglio di degustarle separatamente, ho inoltre saputo da amici che è arrivata un'ulteriore chicca, la blue belga, e chi l'ha sentita me l'ha caldamente consigliata, e mi tocchera...Oltre alla carne alla griglia, consiglio la zuppa di fagioli, e la pasta al ragu di coniglio, il fritto di pollo (vero) e coniglio , i papero, lo stinco di maiale con la crosticina croccante, e anche il bollito alla macellara, per il dolce, quando è disponibile il cheescake, molto simpatici e alla mano i proprietari, marco l'oste, e maurizio il cuoco, meglio prenotare con largo anticipo e concordare quello che preferireste mangiare, il prezzo tra i 25 e i 35, secondo me spesi bene

Visitato a Luglio 2011

Sono tornato a cena per il compleanno di un'amica della mia dolce metà ed è stato come al solito un gran successone. Solitamente vado a pranzo, la sera è piacevole per altri versi anche perchè uno è rilassato e il posto ne vale come relax anche di testa. Ho preso trofie alla grigia (sarebbe sugo della carbonara senza uovo) poi le cipolline di pollo (interiora) in umido con le cipolle dolci una poesia. Gli altri chi gli spaghetti piccanti (con pane sbriciolato sopra), chi la pasta con pomodorini e mozzarella, poi per secondi chi la milanese (nonostante si sia in toscana), chi insalatina di lesso con giardiniera (altra poesia) poi dolce caffè e ammazza caffè vino ed acqua (dimolta visto il tempo di questi giorni), insomma un insieme di sapori da applausi per lo staff di questo mitico posto. Come al solito rapporto qualità prezzo da fargli un monumento. Un bravo a Marco e Maurizio e a tutto lo staff!

Visitato a Luglio 2011

Ristorante tipico pratese alla BONA!
Locale in un vecchio casolare nella campagna sperduta in quel di S. Ippolito di Prato.
Vado spesso in questo ristorante a pranzo, rapporto qualità prezzo ottimo.
I proprietari sono di una simpatia innata e ti mettono a tuo agio.
Piatti tipici , alcuni da molti anche dimenticati che faceva la nonna o la mamma.
Inoltre si può trovare: interiora di animali vari tipo trippa, lampredotto, cioncia, animelle etc.
Credo che i piatti emblematici siano gli spaghetti alla disgraziata per il primo e la bistecca per il secondo.
Il menù viene esposto a voce dalla cameriera; sul tavolo ci sono però i prezzi su un simpatico menù fatto in legno.
Niente carta dei vini hanno un rosso sfuso semplice, se non piace i gestori hanno una simpatica politica "NOI VI SI FA DA MANGIARE...DA BERE PORTATELO VOI!"

Visitato a Giugno 2011

Rustico, toscano, buono, fine commento!
Essendo un po' meno sintetico dico che a mangià fora si sta davvero bene, i gestori sono gente simpatica ed in gamba e che i piatti sono cucinati bene. Si parla di cucina tipica toscana, quella della tradizione contadina, quindi anche interiora di animali vari tipo trippa, lampredotto, cioncia, animelle etc. Per chi ne e' appassionato come e' un ristorante da provare assolutamente.
Credo che il piatto emblematico sia la pasta alla disgraziata, ingredienti poverissimi, ricetta semplice, gusto sorprendente.
Andate a magià fora và! :-)

Il locale è un po' sperduto nelle estreme propaggini della campagna pratese, nella località Sant'Ippolito, oltrepassata la pieve della frazione di fondazione alto-medievale. Si tratta di un casale ristrutturato. La cucina è realizzata con ingredienti tipici di buona qualità e offre i classici e decisi sapori toscani. L'antipasto è composto da zeppole (pasta di pane lievitata e fritta), crostino di fegatini e mortadella di prato, pancetta arrotolata e cotta, capocchia, due tipi di salame, spalla. Per primo ho gustato un'abbondante ed ottima porzione di penne al sugo della Cecilia (la cuoca: si tratta di un ragù; al termine della classica lunga cottura viene fatto un po' riposare, poi viene aggiunto del parmigiano grattugiato e viene ridata ancora un po' di cottura). Di secondo una bistecca disossata (in pratica, il taglio della fiorentina senz'osso), veramente ottima, accompagnata da un contorno di patate al forno.
Il menù viene esposto a voce dal cameriere; sul tavolo ci sono però i prezzi: antipasto 6 euro; primi piatti 6 euro; secondi piatti 10 euro; bistecca disossata (4,50 euro/etto) e stinco al forno a parte.
Nulla so della cantina e della carta dei vini, avendo ordinato il rosso sfuso, dignitoso, a 6 euro il litro.
Per due antipasti, due primi, due secondi, due contorni, un litro di minerale, mezzo litro di vino e due caffè ho speso 65 euro, non facendocela a finire tutto. Direi che se non si è parecchio affamati due portate bastano e avanzano.
Esperienza più che positiva che merita di esser ripetuta. Servizio genuino e puntuale.
Ambiente un po' rumoroso, ma era un sabato sera, il locale era pieno e c'erano un paio di gruppi ad elevata emissione di decibel.

Visitato a Marzo 2011

Ottimo ristorante dove è piacevole passare la serata a cena con gli amici, atmosfera informale e cucina tradizionale. Le portate sono generose e i prezzi contenuti, con antipasto, primo, bistecca come secondo e vino della casa abbiamo speso 34 euro. La bistecca era veramente buona.
Da provare

Visitato a Marzo 2011

Simpatico Ristorante dove viene fatta la tipica cucina "Alla Bona" pratese.
I prezzi in genere sono modici.
Prenotare molto prima altrimenti non trovi posto.
In estate ci sono molte zanzare .. premunitevi.
comunque un posto molto valido da provare

Visitato a Luglio 2010

Locale particolare e fuori dagli schemi usuali. Ristorazione Pratese-toscana pittosto buona con ingredienti di qualità adatta agli amanti dei sapori decisi. Divertente e piacevole l'atmosfera di questo grande casale nella campagna pratese. Ottima l'ospitalità ed il servizio. Assente la lista dei vini. Ottimo il rapprto qualità/prezzo. Consigliato

Visitato a Novembre 2009

Ultime attività sui ristoranti a Prato

Ristoranti vicino a A MANGIA' FORA

A chi piace A MANGIA' FORA piace anche.

Menu con sushi, sashimi, tempura e birra giapponese da 29,90 € da Nagoya

Cena di carne con 1 kg di chianina o black gold scozzese e vino (sconto fino a 75%)

Scegli il menù che preferisci tra specialità siciliane o pizza e portalo direttamente dove più desideri gustarlo