Ristorante

PRINCIPI DI DAN

 Via Napoli, 77 - 09124 Cagliari (CA)

 070.2047031

12345 9 Voti -  9 Recensioni - Prezzo medio 20

 Le promozioni del ristorante

 Salvato da 1 Spagofriend

 Il Tuo voto per Principi Di Dan

Dai il tuo voto al ristorante oppure, se vuoi, puoi scrivere una recensione completa, gli altri utenti lo apprezzeranno sicuramente.

54321

9 Recensioni per Principi Di Dan

Buona l'idea di proporre cibi locali in un quartiere ricco di storia come la Marina. Il personale è molto gentile ma ahimè, forse anche perché consigliati male, non siamo rimasti pienamente soddisfatti di questo ristorante. Un aspetto negativo è che per prendere un Menù bisogna ordinarne almeno due, il che diventa davvero un po' troppo con un tagliere di salumi e di formaggi a testa. Un tagliere basta anche per due persone! Per questo motivo ritengo che il prezzo sia un po' elevato per aver mangiato solo degli antipasti che comunque, per questo ristorante, pare essere il piatto forte. Consiglierei dunque di evitare i menù, scegliere un solo tagliere e altri piatti tipici.

Visitato a Agosto 2012

Splendida ispirazione quella di proporre qualcosa di veramente sardo che é l' atto di sedersi per consumare degli appetitosi prodotti, quali gli affettati e del formaggio accompagnati con vino in caraffa sincero ed allegro e poi.... Poi poter ampliare questo approccio con tutto quanto vi può solleticare.

Luglio é un mese caldissimo quest' anno e due piatti di affettati e formaggi da due ci hanno piacevolmente saziati in sei. Poi é rimasto spazio per uno stratosferico gelato giù al corso.

Il prezzo é stato di quelli onesti, le stoviglie Cerasarda perfette, sopratutto per sorseggiare acqua e vino. I ragazzi simpaticissimi e interessati a quello che facevano. Quello allegro e barbuto ci ha raccontato un po' da dove veniva ciò che ci apprestavamo a mangiare, tutto di qualità eccellente.

La piazzetta mi ha fatto pensare alla Spagna, con il suo piacevole viavai di bella gente e la sorpresa di una corale con brani narrati che ovviamente non può esserci ogni sera ma ieri c'era.
Insomma: bel colpo ragazzi. Bravi, simpatici, di qualità: A gente così le cose potranno solo che andare bene.

Un affettuoso grazie

Visitato a Luglio 2012

Concordo sostanzialmente con i giudizi precedenti. Locale assolutamente da provare, lo stile e l'arredo, oltre al servizio e al cibo, riescono a creare un'ottima atmosfera.
Non sto a ripetere tutte le note positive e le caratteristiche di questo posto, già descritte ampiamente da altri utenti. Aggiungo solo:
- particolare da migliorare: renderei il menu più completo, aggiungendo i primi che sono a disposizione (come culurgioni e pani frattau), cosa che invece ci è stata detta a voce dalla cameriera;
- dettaglio degno di nota: estrema gentilezza e cortesia del personale che rende il pasto ancora più appetitoso.
Promosso a pieni voti!

Visitato a Aprile 2012

OTTIMO!!!!! E' un bellissimo ambiente, nonostante il suo spazio ristretto ti fa sentire a "casa", cordialissimi i ragazzi che lo gestiscono, ottima cucina tipica e sarda, l'idea dei taglieri spettacolare, a chi piacciono formaggi e salumi lo consiglio tantissimo... Ottimo anche il maialetto e il vino ricco e corposo!!!!
Una goduria anche su coccoi prenu.... SPETTACLARE!!!! Ottimi dolci.... Con 18 € a persona siamousciti contentissimi e sazi!!!! Da riprovare!!!!
P.s. Bellissima l'idea del menù in sughero..

Visitato a Novembre 2011

tagliere di salumi e formaggi ottimo....ma e' semplice comprarli posso farlo da me...
panadas buono l'interno ma la pasta dura e secca...voto 5
maialetto arrivato freddo..ho poi scoperto che e' cotto altrove voto 5
dolci pessimi...conosco i dolci sardi e li adoro....erano dolci industriali voto 3
crostate di frutta pessima 3..non ci torno

Visitato a Settembre 2010

Finalemnte dopo 4 settimane di tentativi di prenotazione a vuoto (sono sempre pienissimi, oltre ad essere molto piccolo il locale) siamo riusciti ad avere un tavolo a cena in questo nuovi e carinissimo locale in via Napoli, in piena Marina.
Il personale è gentilissimo e molto preparato sui cibi e vini proposti, l'ambiente è caldo, moderno ma le pareti in pietra gli danno un tocco di classicità ed eleganza, belli e puliti i bagni.
Venendo al cibo, loro propongono delle salsine gustose in apertura da accompagnare con l'ottimo pane, in attesa che arrivino i famosi taglieri di salumi e formaggi. Tra le salsine da segnalare un ottimo pesto di rucola e una sorta di composta di cipolle rosse ridotte nel vino, molto buone.
Ordiniamo due taglieri da uno (esistono fino a 5 persone credo) con gusti diversi di salumi e formaggi, che una volta a tavola vengono prontamente spiegati da uno dei ragazzi dello staff con dovizia di particolari e provenienza geografica (eccezionale la gorgonzola di pecora di villacidro).
Abbiamo aspettato un pó troppo per avere i nostri taglieri, ma si sono scusati piú volte per il ritardo e ci hanno anche offerto un'altra brocchetta di vino della casa, ottimo peraltro.
I salumi e i formaggi sono eccellenti, alcuni sono rari e particolari, molti sono per palati forti ma sono comunque di primissima qualità. Abbiamo poi assaggiato il famoso maialetto sepolto "a cardaxiu" che gli viene fornito già cotto e preparato per renderlo igienicamente vendibile da un'azienda specializzata di Villacidro, davvero buono, umido, per niente stopposo, si scioglie in bocca. Ottime le coccoi prenas a Basa di patate formaggio e menta.
Venendo al vino hanno una carta di tutto rispetto folta di nomi noti e meno noti a prezzi direi accettabili, stanno riorganizzando la carta per migliorare la vendita al calice. Noi abbiamo preso il vino della casa (monica, cannonau o barbera piú un bianvo che non ricordo), assaggiati monica e cannonau, ottimi. Per finire due caffè e una fetta di crostata (disponibili vari dolcetti sardi che sembravano buonissimi), totale 59€. Direi eccellente e da notarsi per competenza e gentilezza dei ragazzi. Ottimo per un'uscita conviviale ma anche per coppie.

Visitato a Novembre 2011

Ha già descritto molto bene Malcucinato, provo ad aggiungere qualcosa.
I Principi di Dan erano gli Shardana, i gloriosi antichi Sardi, richiamati oltre che nel nome anche nel logo di questo locale che ha aperto da non moltissimo nel quartiere Marina.
Siamo nel paradiso del tagliere, come usano alcuni locali in Emilia con le crescentine o gnocchi fritti, e finalmente ecco qualcosa di simile in Sardegna, che grazie a Dio quanto a salumi e formaggi può permettersi un tipo di ristorazione del genere.
Ambiente rustico e moderno insieme, sapientemente illuminato, parquet scuro, pareti in pietra viva, volte a crociera in mattoncino e mensole con vini sardi. Apparecchiatura in piatti e bicchieri di terracotta (quelli per l'acqua), tovagle di carta ocra.
I taglieri sono preceduti da assaggi di verdure e sottoli: un simil cous-cous fatto col miglio, una composta di cipolle rosse, paté di olive, paté di pomodori secchi e di vario genere (fra cui melanzane) che non ricordo, tutti molto buoni, anche delle banali carotine lesse ripassate erano saporite.
Ad accompagnare il tutto paninetti e "pasta dura" di quel tipo sardo a forma di stegosauro per intenderci... In 4 abbiamo preso 2 taglieri di salumi e formaggi (ciascuno era x due persone): un tagliere "normale", diciamo così, il Tansu (27€ il tagliere x2) di salumi e formaggi molto buoni e ben scelti, di provenienza da piccole produzioni, pecorini di varia stagionatura, salsiccia, prosciutto e coppa DOP; e il tagliere Sher-dan (35€ sempre x2 persone) quest'ultimo è davvero speciale, cose mai assaggiate prima, spiccavano un caprino cagliato da yogurt, anziché da latte, una sorta di gorgonzola sardo involto nella verza, una ricotta mustia eccellente, un guanciale da paura, salsiccia al Canonau, testa in cassetta all'anice. Entrambi i taglieri accompagnati da marmellatine deliziose, una delle quali di fico d'India.
Infine dolci per 2 (8€) che sono bastati per 4: pasticceria secca sarda rivisitata, e due bicchieri di moscato.
Hanno anche taglieri di mare con pesce affumicato, coccoi prenas, casadinas, panadas...
Se posso darvi un consiglio lasciatevi spazio, noi abbiamo finito a stento i due taglieri e non siamo riusciti ad assaggiare altre leccornie né soprattutto il maialetto, che ci spiegavano fanno cuocere in campagna all'antica, nella buca sottoterra, e lo ripassano al forno.
Un Cagnulari Serra Juales delle cantine Fiori di Usini... un vino davvero ottimo per soli 15€, che non conoscevo e riacquisterò in enoteca. Hanno anche vino della casa, sul quale non so dire. Da menzionare la gentilezza del personale: hanno aiutato la coppia che era con noi a far entrare il passeggino nel locale, ci hanno fatto scegliere il tavolo più adatto, ci hanno illustrato tutto ciò che ci portavano, e non ultimo hanno arrotondato per difetto il conto: faceva 101, l'hanno portato a 95... vabbè in 4 l'abbiamo riportato a 100 per comodità, ma il gesto è da apprezzare.
Io suggerirei semmai di caratterizzare un po' di più il pane... che so, aggiungere del carasau o del pane di Sanluri o di Settimo S.P. nel cestino, dato che tutto il resto è d'eccellenza e da accompagnare col pane. Comunque 5 farfalline, tutte meritate.

Visitato a Settembre 2011

Bel locale , loro sono veramente gentili e ospitali, per chi ama salumi e formaggi è una vera goduria, ho mangiato il maialetto, posso confermare che è ottimo e si scioglie in bocca, Ottimi vini purtroppo non ho assaggiato le panade e il dolce ma rimedierò presto riandando. Da provare.

Visitato a Settembre 2011

I ragazzi che gestiscono questo locale, dei veri Principi, mi ridanno fiducia sul futuro della ristorazione cagliaritana, troppo spesso macchiata da comportamenti approssimativi, professionalità carenti e scorciatoie sulla qualità dei cibi.
Il locale, com'è giusto che sia, ha una sua filosofia: l'ossatura dell'offerta è formata da taglieri di salumi, formaggi e affumicati di pesce, ma è la cifra che contraddistingue tutto è la qualità: prodotti DOP, biologici, di nicchia, che la passione dei titolari reperisce in giro per l'isola, da piccoli prouttori, da microaziende nei vari paesi dell'isola. I taglieri sono accompagnati da salse, verdure e marmellate di produzione propria e d'estrema eleganza. Completano l'offerta le panade, eccellenti, e il porchetto cotto nella fossa per 12 ore, avvolto di mirto che, davvero, si squaglia in bocca, come si suol dire. I dolci seguono la stessa cifra del resto: semplicità e qualità, ed è così che una banale ricotta con miele diventa una prelibatezza, quando ricotta e miele sono "speciali", e i dolcetti sardi una gustosissima reinterpretazione dei classici. La cortesia e la disponibilità del personale è assoluta: vi verrà spiegata per filo e per segno la provenienza di ogni salume e formaggio; personalmente m'è stato dato un abbondante bis (gratuito!) di un formaggio che avevo particolarmente gradito. Cantina fornitissima di vini della Sardegna, e ottime proposte della casa, divise per uvaggio: finalmente un posto dove si può prendere il vino della casa con tranquilità. Infine, i prezzi: con 22.50€ a testa sono uscito dal locale boccheggiando, e sono persona d'appetito. So che per pranzo fanno menù da 10€, ma non ho ancora provato.

Visitato a Gennaio 8

Ultime attività sui ristoranti a Cagliari

Menu con antipasto, primo, tagliata argentina, dolce e vino da 39,90 €

Menu con rodizio brasiliano illimitato e bottiglia di vino da Sifen Wok da 34,99 €

Menu con specialità tipiche e vino da 24,90 €