Ristorante, Trattoria

TRATTORIA DA GIULIO ER TIMONIERE

 Via Francesco O. Da Pennabilli, 5 - 00154 Roma (RM)

 06.5110007

12345 11 Voti -  12 Recensioni


 Le promozioni del ristorante

Cena Romana per due completa di Antipasto + Primo + Secondo + Contorno + Acqua + Caffè a 25 Euro! Arredamento retrò anni '60 e gestione familiare!

Arredamento retrò anni '60 e gestione familiare per una cena tipicamente Romana

Arredamento retrò anni '60 e gestione familiare per una cena tipicamente Romana

 Scopri tutte le promozioni

Altre promozioni a Roma

 Il Tuo voto per Trattoria Da Giulio Er Timoniere

Dai il tuo voto al ristorante oppure, se vuoi, puoi scrivere una recensione completa, gli altri utenti lo apprezzeranno sicuramente.

54321

12 Recensioni per Trattoria Da Giulio Er Timoniere

Sono stato ieri sera per la seconda volta in questo locale. Anche stavolta grazie ad un coupon, glamoo. Non c'era nessuno, ma era lunedì e pioveva a dirotto. I titolari, presumo marito e moglie, sono stati molto cortesi. Antipastino e poi carbonara e matriciana, come primi scelti e per secondo coda alla vaccinara, straccetti e polpette. Tutto buono e quantità ottima. Non ho visot il menù, per cui non so i prezi, forse sono un pò alti, perchè fuori menù abbiamo preso una lattina di coca e un tiramisù, costo 8 euro. Però si trova nel più bel quartiere di Roma.

Visitato a Febbraio 2013

Assolutamente da evitare

Ci sono stato oggi tramite il coupon di Groupitalia spendendo così 15€ a testa! Allora le pietanze a cominciare dall'antipasto sono squisite anche se nei primi usano un po' troppo pepe! Locale molto rustico nel quale si respira un'ambientazione tipica anni '80. Gestore del locale un po' lento in quanto anziano, ma anche un po' scorbutico e furbo in quanto non avendo preso il vino, ci ha fatto pagare i caffè 1.60€ cadauno! Non ho avuto modo di vedere il menù, ma credo che i prezzi siano un po' alti. Parcheggio non molto facile da trovare. Collegato bene con i mezzi pubblici.

Visitato a Settembre 2012

C'ero stato l'ultima volta nel 2001, ci sono tornato ieri e sono rimasto un po' deluso: la gestione è cambiata e si è persa l'atmosfera da trattoria con la segatura a terra. Primi buoni, ma prezzi troppo alti. Proprietaria un po' scortese.
Peccato - speriamo che Garbante non diventi come Testaccio (regno dei radical-chic...).

Visitato a Luglio 2011

ambiente assai dimesso, ma buono il servizio, molto buoni e caratteristici i primi e i secondi. modesti i dolci e mediocre il vino della casa. prezzo un po' alto in relazione all'ambiente

Visitato a Dicembre 2010

Quartiere caratteristico, posizione un po' penalizzante. servizio tranquillo, cucina ottima. Antipasti eccellenti, primi gustosi, dolci di livello. prezzo adeguato. Sarebbe da variare la scelta dei piatti, in quanto tipicamnete invernali.

Visitato a Luglio 2010

La Garbatella è suddivisa in lotti, occupati da costruzioni che circondano cortili e giardini che, soprattutto in passato,erano punti di ritrovo per la popolazione: lavatoi e stenditoi, botteghe e cantine, sedie e muretti.
L’assetto architettonico della zona è un compromesso tra l’estetica e la pratica: le abitazioni sono collocate, almeno nel nucleo storico,in villini o palazzine di tre piani al massimo, con grande cura per i dettagli e per la diversificazione degli stili.

Il locale di cui oggi vorrei parlare è situato all’interno di un cortile in un lotto anni 30 della Garbatella:tipica trattoria romanesca che nulla lascia alla forma estetica e alla modernita’,ma in cui si cura la sostanza,la cortesia e la qualita’ delle proposte culinarie.

La proposta gastronomica del locale si dedica quasi esclusivamente alla cucina romanesca,dove il quinto quarto la fa da padrone.
Martedi e venerdi,naturalmente,secondo il Sacro Calendario Romano,pesce.

Il seguito su:
http://labottega.2spaghi.it/alla-garbatella-dei-cesaroniricordate/#more-1889

Posto seminascosto molto molto tipico e rustico.
Primi piatti ottimi, io soprattutto adoro la carbonara con petto d'oca e quella con i fiori di zucca, antipasti e secondi buoni ma nella media.
Personale gentile e in stile con il locale.
Prezzi un pò troppo pretenziosi (non meno di 10€ i primi), diciamo che è diventato un pò radical chic.

Visitato a Ottobre 2009

Il ristorante sta al piano terra di uno degli "alberghi" della Garbatella. Due sale con arredo semplice da tipica trattoria popolare. Personale cortese e dinamico. Siamo andati in due a pranzo e la clientela che si incontra nei giorni feriali è di impiegati e funzionari dei vari uffici di zona. Per antipasto alici fritte e provoline affumicate alla piastra avvolte con lardo di colonnata. Come primi abbiamo scelto carbonara con fiori di zucca e amatriciana con lardo di colonnata. Tutto sommato il giudizio è positivo. Le porzioni sono abbondanti e ci si può saziare senza arrivare ai secondi. I piatti sono un poco ad effetto (i fiori di zucca nella carbonara sono unicamente un elemento di colore, non possono emergere con i sapori forti degli altri ingredienti) ma nel complesso abbiamo mangiato più che bene. I prezzi non sono proprio quelli di una trattoria, per due antipasti, due primi, 1/2 litro di vino, acqua e caffè abbiamo speso 55 euro in tutto.
Giudizio: Buono

Visitato a Maggio 2010

ci sono stato due volte e devo dire che ne vale la pena per gli antipasti (alici fritte quando disponibili) e per i primi, i secondi mi hanno sempre deluso.
Se si escludono i secondi il rapporto qualità/prezzo è discreto, altimenti per un pasto completo strappa di poco la sufficienza.

Visitato a Febbraio 2010

Localino "tipico" in stile rustico romano; antipasti e primi piatti, non solo prelibati, ma anche nella tipica tradizione romana con qualche piccola aggiunta personalizzata dalla proprietaria con un tocco di superba fantasia (i fiori di zucca nella carbonara o il lardo di colonnata nell'amatriciana o avvolto attorno alle provoline ne sono un piccolo esempio). I fortunati che capitano nei giorni in cui ci sono le alicette fritte (fresche e mai grasse) o i dolci della casa (di cui alcuni unici), decideranno di ritornare al Timoniere prima del conto...unica "nota stonata"...nel complesso buonissimo, ci tornerò ancora

"Piatti abbondati, cucina tipica, mangi bene e paghi poco".
mi hanno detto così e mi sono fidato.
Capitato in zona con un compagno di "avventura" siamo riusciti a trovare questa trattoria amena sita al piano terra di una palazzina della Garbatella.
Tutto prenotato, in procinto di andarcene la sagace signora dalla cucina ci fa un fischio: "Se ce mettete poco metteteve a sède là"
Detto fatto.
Aperto il menù ecco che spuntano fior di piatti, alcuni molto elaborati, di certo non proprio appartenenti alla tradizione popolare romana, in effetti la "carbonara al petto d'anatra affumicato" non mi sembra molto popolare, come anche i prezzi, dai 10 euro in su per un primo, non avevano nulla di popolare.
cmq ordiniamo questa carbonara!
tutto ok!
bella porzione, ottimo pasto.
se ci fossimo fermati qui sarebbe stato perfetto, ordiniamo un secondo da dividerci ma ecco che arriva la sòla.
ordiniamo del coniglio furbescamente consigliataci dal cameriere (sicuramente un figlio/nipote del proprietario) da dividere in due, una pozione minuscola, e dovevamo pure dividerla!
al conto arriva la mazzata!
44 euro!
22 euro a testa per una carbonara ed una mezza mezza-coscia di coniglio ed un mezzo litro di vinaccio mi pare assolutamente eccessivo.
Ci riandrò ma credo che la prossima volta mi fermerò al primo piatto; "Una volta si frega la vecchia!".

Ultime attività sui ristoranti a Roma

Ristoranti vicino a TRATTORIA DA GIULIO ER TIMONIERE

A chi piace TRATTORIA DA GIULIO ER TIMONIERE piace anche.