Ristorante, Trattoria

LO SGOBBONE DA PIPPO

 Via Dei Podesti, 10 - 00196 Roma (RM)

 06.3232994

12345 13 Voti -  11 Recensioni

 Le promozioni del ristorante

 Il Tuo voto per Lo Sgobbone Da Pippo

Dai il tuo voto al ristorante oppure, se vuoi, puoi scrivere una recensione completa, gli altri utenti lo apprezzeranno sicuramente.

54321

11 Recensioni per Lo Sgobbone Da Pippo

Sono stato in questa trattoria su indicazione di amici , vi faccio un breve riepilogo : locale piccino , quando è pieno si sta un po stretti , secondo me in passato era un ottima trattoria , adesso ha solo il nome..... il pane costa 4 euro , sono 4 fette di pane (buono si ma non vale di certo 4 euro), mezzo litro di acqua di rubinetto 2 euro, ( nessuna marca , bottiglie anonime gia aperte e consumate ) antipasto con 2 fette di prosciutto, 4 di salame , 2 si lonzino costo 10 euro ( potevano aggiungere altro magari no???? ) ...... il primo che ho preso erano tagliolini al tartufo ( 20 euro) indicati e consigliati dalla casa ( ovvio è il piatto piu costoso) , colmi di burro per dargli almeno un po' di sapere.... mai mangiato una cosa simile voto 2 .... ma dico una cosa , se non si è capaci a fare un piatto perchè proporlo e "fregare" i clienti? mah..... come secondo ossobuco e purè , l'ossobuco era un normalissimo ossobuco , niente a che fare con quelli di vitella morbidissimi voto 5 , il caffè decaffeinato è proprio acqua sporca ( 2 euro) ... come dessert un creme caramel che sapeva molto di uovo , voto 3 ..... in due abbiamo speso 77 euro.... meno male che oggi ho fatto a casa la pasta alla carbonara :-)
Sconsigliato , non ci andro' mai piu' :-)
Che sia trattoria o ristorante devono curare cio' che propongono ai clienti.... hanno perso un ottimo cliente :-)

Visitato a Gennaio 2012

Appena rientrati da Pippo, Lo sgobbone,pregni di delusione ed amarezza, dovute all'eccessivo corrispettivo per una modesta e arida cucina. Innanzitutto il vino della csa, non e' certo un rosso di pitigliano, ma una sorta di acqua tinta di rosso, con un retrogusto quasi amaro. I primi, nel nostro caso 3, solo semplici ravioli con pomodoro e basilico, per altro nettamente inferiori a quelli che la mia povera nonna cucinava, sono seguiti da 2 maialini arrosto, grassi e spartanamente cucinati. Io personalmente ho preso una cotoletta panata, il piu' banale dei piatti, degnamente cucinata, ma niente di piu'. La tattica di servire bottiglie d'acqua da mezzo litro, va a discapito dell'utente povero ed incauto, come noi. La parmigiana, definita, stantia ed immangiabile, non si consiglierebbe neanche al peggiore degli animali bramosi e famelici. Le costolette, solo grasse. I dessert, fragole vecchie e stantie, non di terracina, eccessivamente zuccherate. Il tutto per la modica somma di 160 euro da dividere x 4 persone. Consiglio vivamente questo locale a chi, non ha grandi pretese culinarie e non ha sufficienti riferimenti relatvi alla qualita' gastronomica, a chi vuole sperperare il proprio patrimonio a vantaggio di pippo lo sgobbone. Per tutti gli altri statene alla larga.

Visitato a Giugno 2011

Appena rientrati da Pippo, Lo sgobbone,pregni di delusione ed amarezza, dovute all'eccessivo corrispettivo per una modesta e arida cucina. Innanzitutto il vino della csa, non e' certo un rosso di pitigliano, ma una sorta di acqua tinta di rosso, con un retrogusto quasi amaro. I primi, nel nostro caso 3, solo semplici ravioli con pomodoro e basilico, per altro nettamente inferiori a quelli che la mia povera nonna cucinava, sono seguiti da 2 maialini arrosto, grassi e spartanamente cucinati. Io personalmente ho preso una cotoletta panata, il piu' banale dei piatti, degnamente cucinata, ma niente di piu'. La tattica di servire bottiglie d'acqua da mezzo litro, va a discapito dell'utente povero ed incauto, come noi. La parmigiana, definita, stantia ed immangiabile, non si consiglierebbe neanche al peggiore degli animali bramosi e famelici. Le costolette, solo grasse. I dessert, fragole vecchie e stantie, non di terracina, eccessivamente zuccherate. Il tutto per la modica somma di 160 euro da dividere x 4 persone. Consiglio vivamente questo locale a chi, non ha grandi pretese culinarie e non ha sufficienti riferimenti relatvi alla qualita' gastronomica, a chi vuole sperperare il proprio patrimonio a vantaggio di pippo lo sgobbone. Per tutti gli altri statene alla larga.

Visitato a Giugno 2011

Provato ben due volte, con sostanziali differenze tra la prima (a pranzo) e la seconda (a cena).
Il locale è informale da tipica trattoria casalinga; sebbene sembri frequentato soprattutto da clienti abituali, Pippo, lo storico proprietario, ha sempre una parola per tutti e fa sentire anche gli avventori alla prima esperienza a proprio agio.
A pranzo si respira un'aria tutta diversa, i tempi sono più "morbidi" e forse viene dedicata anche qualche attenzione in più verso il cliente che così si sente proprio a casa sua. A cena, forse anche grazie alla maggiore affluenza di persone e i tempi più stringenti, qualcosa in meno si percepisce a livello di servizio e cura del cliente, fermo restando la cucina che rimane la stessa.
Il menù, oltre ad avere dei punti fermi, quali matriciana, gricia, carbonara, cacio e pepe, cambia quotidianamente ed è a base settimanale (es. venerdì baccalà, sabato trippa, ecc.).
Tra le varie specialità che ho avuto il piacere di assaggiare, non posso non menzionare i famosi maccheroni alla sgobbona e un'ottima puttanesca; nota di eccellenza è nella cottura della pasta che in alcuni piatti sembra davvero raggiungere la perfezione. Ottimo anche il maialino al forno con le patate, succulento ed aromatizzato al punto giusto. Deludente invece la cacio e pepe e la trippa troppo aromatizzata quasi ad alternarne il sapore.
Dolci tutti fatti in casa; da provare le fragole con la panna fresca appena montata (deliziosa).
Quanto al prezzo, in due, per due primi (abbondanti), un secondo e dolce si spende circa una cinquantina di euro. Nel complesso giudizio positivo.

Visitato a Maggio 2011

Buono tutto dai maccheroni alla sgobbona fino alla bistecca primavera...per non parlare delle pappardelle al tartufo...una delizia! provatelo ne vale veramente la pena

Visitato a Febbraio 2011

"l'osteria lo sgobbone locale molto piccolo ma molto accogliente, riserva ai clienti un'accoglienza famigliare con il personale molto simpatico a cominciare da pippo il titolare del locale per finire con fausto lo chef che a la cucina nel sangue fin da bambino molto bravo e attento nel cucinare. senza pretese con 25 30 euro ti fai una bella mangiata perche tutto molto abbondante lo consiglio locale del tutto ecconomico voto buono!!!!!! quante mangiate mi sono fatto con gli amici non le riccordo...complimenti pippo

Visitato a Febbraio 2011

Consigliati da un amico romano, abbiamo voluto provare questa trattoria, famosa a quanto pare per i tagliolini al tartufo.
Il locale non è eccessivamente grande e il servizio è nella media.Il personale è stato simpatico e amichevole.
I piatti, piuttosto abbondanti, non hanno però soddisfatto le nostre aspettative, soprattutto i tagliolini al tartufo, i quali erano costituiti da pasta comune (non fresca), con tartufo scorzone di scarsa qualità ( o comunque conservato male e poco profumato), il tutto immerso in un dito d'olio e per la "modica" cifra di 23 euro.
Secondi, sempre abbondanti, ma non eccezionali. Vino della casa pessimo.
In definitiva le nostre aspettative sono state deluse.
Consigliato se avete fame, soldi e non particolari esigenze.

Visitato a Ottobre 2010

Ottima trattoria che propone piatti tipici romani e altri di cucina popolare cucinati semplicemente. I primi piatti sono superbi! Gustosissimi anche il roastbeef e il maialino al forno. Inoltre, se vi piacciono le verdure, non c'è che l'imbarazzo della scelta (noi abbiamo mangiato delle tenerissime puntarelle). Il servizio è cortese e attento ai tempi dei clienti. I prezzi un po' al di sopra della media. Consigliato!

Visitato a Novembre 2010

Via dei Podesti è due passi dal nuovo museo nazionale di arte contemporanea (il MAXXI, interessante episodio di architettura) dove l'ospitalità lascia molto a desiderare.
Qui, grazie a 2spaghi, abbiamo trovato questa ospitalissima osteria dove abbiamo provato ottime fettuccine alla ricciola, un grande (non solo per dimensioni) pomodoro ripieno di riso, del baccalà al guazzetto e coniglio alla cacciatora. Per finire, fragole di Terracina con crema gelata, caffè.Tutto molto corretto e servito con molta simpatia. Il vino della casa? Stranamente era un rosso di Pitigliano.
Prezzo un po' sopra il tono della trattoria (€37 cd) ma porzioni molto, molto abbondanti, buona qualità.
Il luogo merita una visita.

Visitato a Giugno 2010

Trattoria tipica del quartiere flaminio dove si viene per gli ottimi primi: carbonara, amatriciana,tagliolini con carciofi, con fiori di zucca, col tartufo e per il maialino arrosto con contorno di patate, l'ossobuco con purè, l'abbacchio a scottadito. Tutto molto condito e casareccio. Non troverete nouvelle cousine, ma solo (e scusate se è poco) ottimi e abbondanti piatti della cucina tradizionale preparati sulle indicazioni dell'oste "sgobbone" Filippo De Placidi.

C'è un piatto su tutti, in stagione, che rende necessaria la visita a questa piccola trattoria sul LungoTevere Flaminio: i tagliolini al tartufo.
Una montagna di tartufo.
Per il resto, ottima cucina casalinga di stampo romano.

Ultime attività sui ristoranti a Roma

Ristoranti vicino a LO SGOBBONE DA PIPPO

A chi piace LO SGOBBONE DA PIPPO piace anche.

Hostaria dei Carracci - Menu di 3 o 4 portate con vino da 19,90 € in zona Flaminio

Menu di pesce con antipasto, primo e vino da 18,90 € a La Greppia vicino a Ponte Milvio

Un mondo di delizie ti aspetta con un menu pesce x2 da Osteria La Greppia! Sazia il desiderio dei freschi sapori del mare