Ristorante

IL VIAGGIO

 Via Isonzo, 14 - 00198 Roma (RM)

12345 7 Voti -  9 Recensioni - Prezzo medio 32


 Le promozioni del ristorante

 Il Tuo voto per Il Viaggio

Dai il tuo voto al ristorante oppure, se vuoi, puoi scrivere una recensione completa, gli altri utenti lo apprezzeranno sicuramente.

54321

9 Recensioni per Il Viaggio

Se si escludono l'ambiente confortevole e la gentilezza della signorina che serve ai tavoli, di questo ristorante non salverei nulla. Cucina pretenziosa, forse per giustificare il prezzo,ma di mediocre livello.

Visitato a Ottobre 2013

Locale molto bello e curato in tanti dettagli, dall’ingresso con porta bianca, ai tavoli con divanetti, ai piatti moderni; insomma la prima impressione è subito buona.
Il menu anche non manca nella scelta di vari tipi di piatti, dal pesce alla carne. Ottima selezione della carta dei vini.
Noi eravamo in 4 ed abbiamo optato tutti per il pesce, ordinando come primi 3 paccheri “il viaggio” con rana pescatrice e cozze e 1 risotto asparagi e vongole. I paccheri erano deliziosi, infatti la “scarpetta” è d’obbligo; peccato solo per le porzioni, saranno stati 10 paccheti contati nel piatto..fatto presente ai ragazzi in sala, sperando che la prossima volta ci faranno gustare questo piatto con un sorriso in più. Quanto al risotto invece, la porzione era assai abbondante, ma si sentiva troppo il sapore degli asparagi..tutto sommato nella media.
Per secondo abbiamo ordinato 2 porzioni di parmigiana al pescespada, 1 tagliata di tonno e 1 spigola in crosta di zucchine e patate. Le parmigiane, oltre ad avere un sapore squisito che non annullava affatto quello del pescespada, erano presentate in un piatto particolarissimo suddiviso in 4, in cui c’erano 3 porzioni di parmigiana accompagnate, nell’altro spazio del piatto, dal couscous. La spigola in crosta invece è un piatto molto comune, buono ma pur sempre nella media. Tagliata di tonno freschissima e abbondante !
Abbiamo voluto provare anche i dolci che, ahimè, sono stata l’unica nota negativa di questa serata. Il tortino di limoni troppo duro e stoppaccioso, quanto al sapore sembrava di stare a mangiare la buccia di un limone, quindi il sapore era molto aspro. Le mousse al cocco erano più che altro un assaggio, e sinceramente il costo mi è sembrato davvero elevato per una porzione così ridotta (7€). Tiramisù nella media e abbondante.
Il tutto è stato accompagnato da 2 bottiglie di vino, 1 antinoo Casale del Giglio (16€) e 1pinot grigio Colterenzi (18€).
Totale della cena 193€, con cartaperdue 119€.
Da rivedere la gestione del cliente, in quanto mi sarei aspettato almeno una grappa offerta dal gestore, vista la mia “lamentela” nella porzione dei primi, e anche perchè nel conto è comparsa la voce “pane e servizio” per 8 fette di pane casereccio e per il “servizio” che non si paga in un ristorante.

Visitato a Dicembre 2012

Domenica 25 novembre ho pranzato in questo bellissimo ristorante con la mia fidanzata, mi sono presentato con lo smart box degustazioni che prevedeva un menu' da 30 euro diviso per due...Fin da subito siamo stati accolti con gentilezza dal personale, il cameriere, un ragazzo molto educato e cortese e stato per tutto il nostro pranzo attento che non ci mancasse nulla e che il tempo di attesa tra una portata e l'altra non avvenisse a distanza di troppo tempo...per essere delle degustazioni devo ammettere che la quantità delle portate erano giuste ed equilibrate e tutto era buonissimo, mi sono incuriosito a vedere i piatti delle altre persone che erano venute a pranzare non tramite lo smart box ma come normali clienti..ho notato che le quantità erano abbondati e tutti i piatti a partire dall'antipasto al dolce si presentavano con eleganza e originalità.Sono uscito dal ristorante soddisfatto e sazio.
Tornerò sicuramente a mangiarci come normale cliente per poter gustare altri piatti in quantità maggiore;) e per poter ritornare su questo sito a dare un voto ancora migliore di questo.!:-)

Visitato a Novembre 2012

Il menu è cambiato, e non c'è più la splendida Irina...Non so se è cambiata pure la proprietà, ma stavolta l'ho trovato molto meno "intimo" e accogliente.

La cucina (con le ovvie modifiche nel menu, dovute forse a un cambio di chef o semplicemente al trascorrere del tempo) resta comunque di buon livello, i prezzi simili a prima, e il servizio (malgrado la per me devastante mancanza...), comunque cortese e professionale...

In compenso, rispetto alla mia precedente visita era molto più "pieno": buon per loro, evidentemente piace, e a ragione...

Tra una differenza e l'altra, comunque confermato il giudizio precedente...

Visitato a Aprile 2012

Sono stata ieri sera a cena in questo ristorantino dietro Piazza Fiume, per un compleanno.
Esteticamente il locale è veramente bello e particolare, curato nei minimi dettagli. Anche lo staff si è dimostrato fin da subito gentile e competente.
Eravamo una tavolata di circa dieci persone, e il festeggiato ci ha invitato a prendere un menù degustazione, di mare o di terra (rispettivamente 30 e 29 euro).
Io personalmente ho optato per il mare. L'antipasto consisteva il tre fette di salmone (salmistrato mi sembra?) con finocchi, capperi e olive taggiasche: piacevole, niente di trascendentale.
Di primo, le linguine con le cozze: questo devo dire che non mi è proprio piaciuto!il sugo era troppo carico, sapeva di passata!e le cozze non erano per nulla saporite...
Di secondo, filetto di orata in crosta di pane: buono, accostamento del pesce (delicato e senza una spina) con un velo di scamorza...Piacevole!
Come dolce, un tortino ai limoni di Sorrento con cioccolato bianco: secondo me è stata la portata migliore! Non era troppo dolce, come piace a me, e la porzione era giustissima!Peccato che ero stracolma e l'ho solo assaggiato...
Il menù di carne era decisamente più abbondante come porzioni, e a detta di chi l'ha preso anche discretamente buono (soprattutto il Tiramisù "Il Viaggio").
In generale, mi dispiace dire che sono un pochino delusa. Ho mangiato discretamente, le porzioni erano giuste e non troppo abbondanti, il posto è bello...
Però ecco,i costi sono da ristorante di altro livello!Non che sia carissimo, per carità...è anche notevole il fatto che sia segnalato dall'Associazione Nazionale Celiaci, perchè ogni elemento del menu può essere modificato e adattato per chi soffre di celiachia...
Però la sensazione un pò di delusione rimane!
Aspetto a mettere un voto perchè voglio dargli un'altra possibilità, forse il menù degustazione non era la scelta azzeccata!

Dunque, ho regalato al mio ragazzo un cofanetto "degustazioni" smartbox, dopo una lunga riflessione per scegliere il locale che più ci intrigasse alla fine abbiamo optato per il ristorante "Il Viaggio" (semplicemente perchè era quello che, in Roma e dintorni, offriva il menu più "appetibile").
Telefoniamo per prenotare e ci dicono che se avessimo voluto prenotare per il week end avremmo aspettato un bel pò, quindi decidiamo di andarci un mercoledì sera.
Giunti al locale veniamo accolti con cortesia; la cameriera ci informa che qualora avessimo voluto qualcosa di diverso rispetto al menu per i possessori del buono smartbox (alias il menu "degustazione sapori della terra") potevamo tranquillamente farlo e, dal totale, avrebbero scalato 30 euro (una buona cosa).
Scegliamo comunque di optare per il menu smartbox , iniziamo quindi con un buon prosecco di benvenuto, poi ci portano dei "carciofi alla carbonara", ossia dei carciofi a pezzi immersi in una salsa di uova e pancetta, un mix davvero apprezzabile, che consiglio tuttavia di accompagnare col pane sennò risulta un pò troppo salato. Ci portano un primo: gnocchetti cacio, pepe e...pere, una combinazione davvero intrigante, dove a lato ci sono dei cubetti di pera da accompagnare a piacimento con la pietanza, devo però far notare che c'era un pò troppo pepe, ma forse ci voleva per contrastare il dolce della pera. Il secondo è una semplice entrecote con qualche patata al forno di lato, nulla di particolare, il taglio della mia carne tuttavia non era dei migliori. Concludiamo con un tiramisù ricetta "casanova" (non ho ben capito la differenza con quello normale, tranne per il fatto che è un dolce a cucchiaio e la crema è un pò più delicata).
Smartbox a parte il ristorante offre diversi menu degustazione, che sono tutti composti da antipasto, primo, secondo e dolce, solo che le porzioni sono piccoline. L'ideale per chi vuole spendere poco e/o mangiare bene senza abbottarsi di cibo (salvo particolari esigenze l'intero menu soddisfa perfettamente uno stomaco affamato).
Per il resto è un ristorante mediamente caro, non è certo il posto adatto dove fare caciara con gli amici. Per chi ne ha la possobilità consiglio di provare gli altri piatti del menu che mi sembrano davvero intriganti.
Un'altra nota positiva è che offre un'ampia varietà di piatti per celiaci.
Trovare posto per la macchina è difficile ma non impossibile. Il locale è piccolino, conviene prenotare.

Visitato a Marzo 2011

Una piacevolissima scoperta...Anzi, un piacevolissimo viaggio gastronomico...

In una piccola traversa della Salaria, a due passi da Piazza Fiume, questo locale curatissimo ben si presta ad un'occasione romantica, o, comunque, a tutte quelle situazioni in cui si vogliono stupire i propri invitati.

Due sale, sviluppate in orizzontale e perpendicolari tra loro, ospitano una settantina di coperti, ospitati in tavoli o rotondi, da 5-6 posti, o quadrati, per 2 persone. Le sedie, imbottite, e i divanetti, addossati al muro, sono di color rosso. Alle pareti, quadri di artisti emergenti (o almeno, così spero per loro...), anche acquistabili qualora siate interessati al genere, e schermi piatti che, quella sera, proiettavano immagini tratte da documentari sulla natura. Piccoli tramezzi in muratura contribuiscono a delimitare uno spazio raccolto in cui sono alloggiate coppie di tavolini da due: un modo per tutelare la privacy di coppia...

Servizio gentile e professionale, dall'accoglienza, effettuata al bancone subito dietro l'ingresso dai proprietari in persona, al resto della cena, durante la quale la bella, giovane, biondissima e dagli occhi azzurrissimi Irina ci ha assistito e coccolato con cortesia oxfordiana, precisione teutonica, e calore mediterraneo (insomma, dimenticatevi le cameriere dell'est scorbutiche e incapaci...).

La cucina è molto fantasiosa. Vengono offerti un paio di menu “degustazione” (uno di terra, uno di mare), oltre alle proposte standard della carta, anch'essa articolata sia su pietanze di pesce che di carne. Dagli accostamenti emerge un'evidente tendenza alla sperimentazione, con in più una certa cura nella presentazione dei piatti.

Ho mangiato degli ottimi paccheri con cozze, rana pescatrice e pomodorini, e un altrettanto gustoso filetto di spigola con patate e zucchine. Ho pure assaggiato delle discrete tagliatelle con patate e porcini. Molto buoni i dolci, sia il tortino bianco con amarene, sia il tortino al cioccolato nero.
Nota di merito per il pane, suppongo di loro stessa produzione, farcito con pezzettini di formaggio e davvero molto gustoso, che ci è stato portato nell'attesa dei primi.

La carta dei vini è abbastanza variegata, con etichette di ogni regione italiana. Ricarichi non bassissimi ma comunque accettabili.

I prezzi non sono economici, ma appaiono più che proporzionati all'eleganza dell'ambiente e alla qualità della cucina.

Per 2 primi, un secondo di pesce, 2 dessert, una bottiglia di bianco, e acqua, un totale di 76 euro, di cui 16 per il vino. Purtroppo, nota dolentissima, si paga il coperto (mi pare 2 euro).

Insomma, a me è piaciuto moltissimo. Sarà stato lo sguardo della bella cameriera (per la quale avrei piantato la compagnia femminile di quella sera...), sarà stata la location molto attraente, sarà stata la cucina non banale e ben realizzata, fatto sta che mi ha davvero colpito.

Quindi, voto 7 e mezzo, giudizio “buono”, e lo aggiungo ai miei preferiti.
Consigliatissimo, soprattutto per una cena romantica.

Visitato a Febbraio 2011

ci sono stata a pranzo e ho scelto il menù del giorno da 10 euro, quindi il mio giudizio è limitato. I piatti mi sono piaciuti e da celiaca sono rimasta contenta di poter mangiare tutto in tranquillità (a parte il dolce, che mi è stato proposto con modifica e non era niente di speciale). Il servizio l'ho trovato un po' troppo formale, non mi sono sentita a mio agio, anche per l'ambiente un po' freddo. Pur essendo celiaca e mancando nel centro di Roma ristoranti che propongono piatti senza glutine, non so se tornerei.

Visitato a Marzo 2010

Il ristorante e'un incontro tra cibo e cultura,il sabato ha anche momenti musicali e,a volte personali di quadri.La fondatrice,insieme allo chef Ugo Sperone,ha iniziato la propria attivita' dedicando questo locale ai celiaci e a coloro che devono per forza alimentarsi "a regime"per diverse patologie,senza per questo rinunciare al GUSTO:un esempio?la cioccolata di Modica rielaborata per poter essere mangiata anche dai celiaci.
Servizio molto curato e professionale.

Si comincia di solito con un antipasto misto dove la fanno da padrone le verdure miste(buono);fra i primi da menzionare gli gnocchetti con vongole,cannelli e gamberi,tagliatelle alle verdure e gamberi,risotto con porcini e castagne,filetto con speck e polenta,garretto di Cinta Senese.

Tra i dolci,quasi tutti di origine siciliana,notevole il torroncino e il soffice di cioccolato al latte.
Prezzi contenuti,sui 30-35 a persona,a seconda del menu che si sceglie(ce ne sono almeno 3-4)vino compreso(un calice).
Da provare.

Ultime attività sui ristoranti a Roma

Ristoranti vicino a IL VIAGGIO

A chi piace IL VIAGGIO piace anche.

Pausa pranzo con un collega o cena in dolce compagnia? Scegli il momento della giornata che preferisci: per te un gustoso menu per 2 al Caffè Savoia!Con il coupon ti proponiamo, a soli €9,90, un menu per 2 presso Caffè Savoia.L’offerta, valida...

Antipasto, pizza napoletana, dolce e birra da Pepe Nero in zona Piazza Fiume

Quanto gusto in un solo menu! Approfitta di questa proposta e goditi un menu ricco presso Fratelli La Bufala Roma! Tanto gusto e tanto piacere!